Manutenzione arredamenti Curinga

Attività manutentive sugli arredi

  • Sverniciatura e verniciatura mobili

    Uno dei servizi più apprezzati, tra quelli offerti da Arredo Group, è la manutenzione degli arredamenti a Curinga. I mobili, infatti, vanno manutenuti regolarmente per conservarne a lungo funzionalità e resa estetica. La manutenzione è inoltre necessaria per ridurre il rischio che emergano, nel tempo o a seguito di incidenti, danni ben più gravi. Inoltre il mobile, a prescindere dallo stile che lo caratterizza, è soggetto all’influenza di fattori climatici e ambientali, in primis l’umidità. Buona parte della manutenzione, soprattutto a un livello basilare (ossia quando non si segnalano danni particolari), coinvolge il concetto di “pulizia”. 


    Esistono due tipi di pulizia, la prima viene applicata ai mobili lasciati in cantina per anni e ricoperti di polvere e sporcizia varia; la seconda avviene, invece, in occasione delle operazioni di sverniciatura e verniciatura. Quest’ultima va eseguita solo in casi particolari, ossia quando il mobile deve essere ristrutturato in quanto antico. L’azienda, prima di procedere con la pulizia, verifica due elementi: il tipo di vernice presente sul mobile, la finitura che il cliente intende applicare alla fine del processo.

  • Pulizia arredi

    Se il mobile è rifinito con la cera, la pulizia può essere effettuata applicando un semplice straccio imbevuto di trementina. Va evitata qualsiasi pressione eccessivamente forte, anche quando lo sporco sembra ostinato. Il rischio, infatti, è quello di schiarire il legno e compromettere in questo modo l’estetica del modo, anche in maniera irrimediabile. La soluzione più adatta è applicare direttamente, senza la mediazione del panno, alcune gocce di trementina nel punto in cui lo sporco appare più resistente. La trementina deve agire per qualche minuto, solo dopo va strofinato il panno. Se il mobile è invece rifinito con la gommalacca, va utilizzata la cosiddetta soluzione “triplice”, la quale è composta da 100 ml di trementina, 50 ml di alcool puro, 50 ml di olio paglierino.


    In questo caso è possibile strofinare energicamente, a patto che la soluzione sia uniforme. Se lo sporco tenace, la soluzione migliore è aumentare, nella triplice, la porzione di alcool. L’azienda, che nel corso del tempo ha sviluppato importanti competenze nella manutenzione degli arredamenti a Curinga , utilizza soluzioni diverse per ogni tipologia di macchia. Per esempio, se la macchia è stata causata dal caffè viene impiegata una soluzione concentrata di sale da cucina; se è causata dall’inchiostro la soluzione è formata per un quinto dall’acido tartarico; se la macchia è causata da olii vegetali si ricorre alla benzina rettificata o al benzolo. Infine, se la macchia è causata dal sangue, si impiega una soluzione di ammoniaca diluita, a cui segue l’applicazione di acido ossalico al 20%.